Crea sito

2. MALATTIE ENDOCRINE E METABOLICHE

12. METABOLISMO IDRO-ELETTROLITICO, MINERALE E ACIDO-BASE

METABOLISMO DEL MAGNESIO

DISORDINI DEL METABOLISMO DEL MAGNESIO

Ipermagnesiemia

Concentrazione plasmatica di magnesio superiore a 2,1 mEq/l (1,05 mmol/l).

Sommario:

Introduzione
Terapia


L'ipermagnesiemia sintomatica è un fenomeno piuttosto raro, ma quando si verifica accade di solito nei pazienti con insufficienza renale dopo l'ingestione di farmaci contenenti Mg, come gli antiacidi o i lassativi.

A concentrazioni plasmatiche di Mg comprese tra 5 e 10 mEq/l (tra 2,5 e 5 mmol/l), l'ECG mostra un prolungamento dell'intervallo PR, un allargamento del complesso QRS e un aumento di ampiezza dell'onda T. I riflessi tendinei profondi scompaiono quando il Mg plasmatico si avvicina a 10 mEq/l (5,0 mmol/l); con il progredire dell'ipermagnesiemia si sviluppano ipotensione, depressione respiratoria e narcosi. Quando i livelli di Mg nel sangue superano i 12-15 mEq/l (6,0-7,5 mmol/ l), si può avere arresto cardiaco.

Inizio Pagina

Terapia

La terapia dell'intossicazione grave da Mg consiste nel supporto circolatorio e respiratorio, con somministrazione EV di 10-20 ml di calcio gluconato al 10%. Quest'ultimo può far regredire molte delle alterazioni indotte dal Mg, compresa la depressione respiratoria. La somministrazione di furosemide EV può aumentare l'escrezione di Mg se la funzionalità renale è adeguata e viene mantenuta la volemia. L'emodialisi può essere preziosa nell'ipermagnesiemia grave, dal momento che una frazione relativamente grande (circa il 70%) del Mg plasmatico è ultrafiltrabile. Se l'ipermagnesiemia è associata con una compromissione emodinamica e l'emodialisi è impraticabile, la dialisi peritoneale può costituire una valida alternativa.

Inizio Pagina

Copyright © 2002 Merck Sharp & Dohme Italia S.p.A. Via G. Fabbroni, 6 - 00191 Roma - Tutti i diritti riservati.

Informativa sulla privacy