Crea sito

2. MALATTIE ENDOCRINE E METABOLICHE

14. LE PORFIRIE

PORFIRIE MENO COMUNI

DEFICIT DI ACIDO DELTA-AMINOLEVULINICO DEIDRATASI

(Porfiria da carenza di ALA deidratasi)

Malattia autosomica recessiva, è la porfiria più rara ed è dovuta a un deficit di ALA deidratasi.

In pazienti non imparentati è stato descritto un certo numero di mutazioni differenti a carico del gene per l'ALA deidratasi (v. Fig. 14-1, enzima 2). La malattia è stata identificata per la prima volta in Germania, ma probabilmente è presente in tutti i paesi. Essa causa sintomi neurologici e talvolta anemia.

I sintomi e i segni somigliano a quelli delle porfirie acute, ma possono comprendere anche emolisi e anemia. La sintomatologia può esordire durante l'infanzia o l'età adulta. L'ALA urinario, la coproporfirina III e la protoporfirina eritrocitaria complessata con lo zinco sono marcatamente aumentati. In questo e in altri disordini nei quali è presente un accumulo di ALA, il composto in eccesso può essere metabolizzato in coproporfirina III a livello di tessuti diversi da quello dal quale proviene l'ALA in eccesso. L'escrezione di porfirina fecale è normale o solo lievemente aumentata. I pazienti affetti da porfiria da deficit di ALA deidratasi (ALA Dehydratase-deficient Porphyria, ADP) mostrano una scarsa attività dell'enzima sia negli eritrociti sia nelle cellule non eritroidi, mentre i loro genitori mostrano un'attività enzimatica pari a circa il 50% del normale.

La diagnosi viene posta mediante la dimostrazione di un eccesso di ALA e di coproporfirina nelle urine e di un deficit di ALA deidratasi negli eritrociti. Devono essere escluse altre cause di carenza di questo enzima, come l'avvelenamento da piombo e la tirosinemia. Queste condizioni possono presentarsi anche con sintomatologia (dolore addominale, ileo e neuropatia motoria) straordinariamente simile a quella della porfiria acuta. Nell'avvelenamento da piombo, l'ALA deidratasi eritrocitaria difettosa può essere fatta tornare alla norma in vitro con il reagente sulfidrilico ditiotreitolo, mentre un deficit genetico di questo enzima non può essere risolto in questo modo. Nella tirosinemia ereditaria, un deficit genetico di fumarilacetoacetasi provoca l'accumulo di succinilacetone (acido 2,3-diossoeptanoico). Questo analogo strutturale dell'ALA è un potente inibitore della deidratasi. Anche l'esposizione ad altri metalli pesanti o allo stirene può inibire l'ALA deidratasi.

L'esperienza con la terapia della ADP è limitata, ma la malattia può essere trattata in maniera analoga alla porfiria acuta intermittente.

-indietro- -ricerca- -indice sezione- -indice generale- -indice tabelle- -indice figure- -help-

Copyright © 2002 Merck Sharp & Dohme Italia S.p.A. Via G. Fabbroni, 6 - 00191 Roma - Tutti i diritti riservati.

Informativa sulla privacy