6. MALATTIE DELL'APPARATO RESPIRATORIO

63. APPROCCIO AL PAZIENTE CON PATOLOGIA RESPIRATORIA

DOLORE TORACICO

Nella valutazione del dolore toracico, il primo compito, non sempre facile, è quello di differenziare il dolore respiratorio dal dolore di altra origine. La natura del dolore e le circostanze della sua insorgenza di solito distinguono l'angina o il dolore dell'IMA. Il dolore associato a un aneurisma dissecante può essere più difficile da riconoscere sulla base dei soli dati anamnestici. Comunque, l'esame obiettivo, la rx torace (includendo in alcuni casi la TC o l'arteriografia) e l'ECG solitamente consentono una chiara differenziazione. Il dolore esofageo, di solito, presenta caratteristiche che lo collegano all'ingestione di cibo o a rigurgito acido. Per un maggior approfondimento del dolore toracico, v. Cap. 202 e Dolore toracico di origine esofagea nel Cap 20.

Il dolore toracico non cardiaco deriva per lo più dalla pleura o dalla parete toracica. Il dolore pleuritico viene tipicamente esacerbato dal respiro profondo o dalla tosse e può essere ridotto con l'immobilizzazione della parete toracica; p. es., il paziente può tenersi fermo l'emitorace interessato, evitare i respiri profondi o trattenersi dal tossire. Il paziente di solito riesce a identificare dove origina il dolore pleuritico. Esso può spostarsi nel tempo da una sede a un'altra. Se si sviluppa un versamento pleurico, il dolore può scomparire non appena le superfici pleuriche infiammate si discostano. Uno sfregamento si associa di regola al dolore pleuritico, ma ciascuno dei due può presentarsi da solo.

Il dolore che prende origine dalla parete toracica può anch'esso essere esacerbato dai respiri profondi o dalla tosse, ma può di solito essere riconosciuto per una dolorabilità localizzata. Sebbene una qualche dolorabilità possa essere presente anche in associazione al dolore pleuritico (p. es., nella polmonite pneumococcica), di solito è leggero, scarsamente localizzato ed evocato solo con una pressione profonda. Un trauma della parete toracica o una frattura costale sono spesso sospettati sulla base dell'anamnesi, ma strappi muscolari o anche una frattura costale possono essere causati da una tosse violenta. Un tumore infiltrante la parete toracica può causare un dolore localizzato o, se interessa i nervi intercostali, un dolore riferito. L'herpes zoster, prima della comparsa dell'eruzione, può presentarsi come un dolore toracico di difficile interpretazione.

Il dolore derivante da altre strutture respiratorie è di solito meno facile da caratterizzare rispetto al dolore pleuritico. Un vago dolore polmonare profondo è presente occasionalmente in caso di ascesso polmonare, di tubercolosi cavitaria o di bolla gigante e può originarsi da recettori di stiramento associati ai vasi polmonari. Una massa a rapido accrescimento del mediastino o del polmone occasionalmente causa un dolore poco localizzato. L'esame obiettivo e la rx torace di solito possono chiarirne l'origine.

Inizio Pagina

-indietro- -ricerca- -indice sezione- -indice generale- -indice tabelle- -indice figure- -help-

Copyright © 2002 Merck Sharp & Dohme Italia S.p.A. Via G. Fabbroni, 6 - 00191 Roma - Tutti i diritti riservati.

Informativa sulla privacy